lunedì 5 novembre 2018

Paris Brest

Paris Brest






L'immagine può contenere: cibo

Un Paris Brest autunnale mi mancava. solitamente lo faccio con le fragole e la crema chantilly, a volte con la frutta mista, ma con una crema di nocciole non l'avevo mai provata. Ecco quindi che ho colto l'occasione al volo, vedendola su Cuisine et Vins de France, per la rubrica Passiamole in rivista ... stavolta, il tema era "L'autunno nel piatto ".
Potrete trovare questa ricetta, insieme ad altre, bellissime e perfette per la stagione autunnale, su Mag about Food di Novembre,Qui.





mercoledì 31 ottobre 2018

Season lemon meringue pie







Non pensavo che la birra potesse avere tante sfumature. Per lo meno, non lo avevo provato davvero. Più di bere una birra ogni tanto, provarne a degustare qualcuna in un pub, utilizzarla in ricette classiche, non ero mai andata.
Fin quando non mi sono imbattuta nel gruppo di "Che ci faccio con"  del mese di ottobre di Mag about Food : se non mi credete,venite a leggere qui! Una meraviglia di ricette che hanno la birra come protagonista, e che la valorizzano esaltando le sue mille sfaccettature. Io ho provato questa versione della Lemon meringue pie, utilizzando la birra sia nel gelato, che nel lemon curd, che nella copertura di meringa .
Una golosità inimmaginabile!

sabato 27 ottobre 2018

Il mio Montebianco per Il Club del 27

Il mio Montebianco per Il Club del 27











Nessun testo alternativo automatico disponibile.








Erano anni che non preparavo un Montebianco. L'unica volta, diversi anni fa,ricordo che era stato impegnativo, lungo , ma sontuoso nel risultato. Stavolta ci riprovo, ma in versione mini, come le tendenze moderne richiedono, purtroppo. Sono sicura che si tornerà alla tradizione, che voleva ricchezza e opulenza nei vassoi delle tavole eleganti, al contrario del gusto minimal che ancora imperversa. Elegante, però, senza dubbio. La versione di Vittoria, de La cucina piccolina, è proprio elegante e perfetta da servire al piatto, magari per le prossime festività, e mi ha subito colpito. Fra le tante proposte che questo mese ci ha proposto Il Club del 27, a proposito di castagne, io ho scelto questa.
Unica mia aggiunta, delle meringhette a decoro.
Ve la propongo.
.
Per cuocere i marroni: 
1 kg di marroni freschi o comunque una quantità tale da recuperare 400 g di polpa cotta e pulita da pellicine e scorie
 un ramo di finocchio selvatico o qualche semino
un pizzico di sale
1 foglia di alloro

Per il composto alla castagna:
400 g di marroni lessati e puliti
130 g di zucchero
300 ml di latte
1 bacca di vaniglia

Per montare e decorare 3 Montsblancs:
3 dischi di biscotto alla castagna
300 g di panna fresca ben montata
1 cucchiaio di cacao amaro in polvere (io no)
violette candite
3 marrons glacées
meringhette

Fate bollire le castagne con gli aromi in abbondante acqua per almeno un'ora. Lasciate intiepidire nella loro acqua, poi con molta pazienza togliete la prima e la seconda pellicina.Se sono davvero marroni il lavoro sarà più facile , perché  la seconda pellicina non li divide in due e si elimina più facilmente.Qualcuno si romperà, ma importa poco.Mettete i marroni puliti in un pentolino con il latte freddo a filo e la vaniglia e cuocete a fuoco basso finché saranno teneri ma non spappolati. Scolateli e passateli al passaverdura. Lavorate la purea ottenuta con lo zucchero e qualche cucchiaiata del latte di cottura, lavorando l'impasto finché non si avrà una purea vellutata e ben soda. Fate raffreddare bene.
Passatela attraverso uno schiacciapatate, per ottenere un monte di vermicelli di castagna belli soffici. Aiutandovi con una paletta, spostate mucchietti di vermicelli sui dischi di biscotto, a meno che non vogliate usare uno spremi aglio, facendoli cadere direttamente sui dischi.
Decorate con la panna, fatta uscire da una sacca con bocchetta spizzata, le violette candite e le meringhette ( io non ho usato il cacao e i marrons glacées, ma ci vorrebbero).
Servite.



.















lunedì 22 ottobre 2018

Empanadas di zucca speziata

Empanadas di zucca speziata



La zucca è l'autunno! Versatile come pochi altri ortaggi, ha anche il vantaggio di essere bella, con la sua rotondità ed il colore arancio che mette allegria a solo vederla. Da bambina , a casa, la cucinavano solo fritta , da accompagnare alla pasta, o in agrodolce, con la menta. Da un po', invece, sto scoprendo mille e uno modi di prepararla e gustarla, dall'antipasto al dessert.
Qui ,la utilizzo come ripieno delle empanadas, prendendo spunto da una ricetta di Good Food. E' solo una delle preparazioni che la squadra di Passiamole in rivista di Mag about Food di Ottobre ha dedicato alla Zucca. 
Sono tutte nuove e golose, potete trovarle qui ,ma vi avverto, riguardo le mie Empanadas: una tira l'altra!








giovedì 18 ottobre 2018

Torta di mele inglese

Torta di mele inglese
 di  Nigel Slater






So di ripetermi quando dico che la torta di mele è il mio dolce preferito, il mio comfort food per eccellenza, il cibo che mi fa sentire a casa, dovunque io sia. Sarà perché riporta alla mente ed al cuore profumi di pomeriggi casalinghi, ricordi di nonne e mamme che infornano, di sorrisi di figli bambini, ma non c'è niente da fare: davanti a una torta di mele appena uscita dal forno, io non resisto. Capirete bene quanto sia stata felice di accoglier la proposta di Silvia di proporre 9 versioni di torte di mele d'autore, insieme ad altre amiche, per Mag about Food di ottobre. Per ammirarle e provarle, trovate tutte le ricette qui.  La  mia, la dedico a lei e ai suoi bimbi, stringendoli in un forte abbraccio.






lunedì 8 ottobre 2018

Torta di cioccolato e pere speziate

Sticky chocolate and pears spiced tart





L'immagine può contenere: cibo


Amate le spezie? In ogni caso, dovete provare questa torta: non la solita torta pere e cioccolato, ma un friabile involucro di sfoglia che racchiude un composto dai mille profumi e aromi. Zenzero, cardamomo, cannella... Vi ho incuriosito? Andate a dare una sbirciatina Qui, sul numero di ottobre di Mag about Food. Troverete tutta una serie di ricette , tratte dalle migliori riviste internazionali, che hanno il curry e le spezie come tema  dominante. Quella che ho provato io è tratta dalla rivista Great British Curry.








mercoledì 3 ottobre 2018

Sbriciolata d'ottobre

Sbriciolata d'ottobre









Site Logo


Ci pensavo da un po'. Non l'avevo più fatta, da quella volta che mi aveva affascinato la versione di Alessandra, con la crema di Maria Grammatico all'interno (Qui). Eppure mi era piaciuta tantissimo.
Oggi è la giornata della Sbrisolona, sul Calendario del cibo italiano , e contribuisco con questa versione un po' eretica, che poco ha a che vedere con la ricetta classica mantovana, ma che nulla ha da invidiarle in quanto a bontà. Al suo interno, in onore ad ottobre , mele e pere, che hanno regalato alla mia cucina  il profumo dell'autunno ,ormai arrivato.

Ingredienti


200 g di farina 00
100 g di burro
100 g di zucchero
la buccia di un limone grattugiato
3 mele
1 pera
50 g di uvetta ammollata in poco rum
cannella

Procedimento


Mescolate, con le punte delle dita, la farina , lo zucchero , la buccia del limone e, infine, il burro, freddo e a pezzetti. Ottenuto un composto di piccole briciole, ponetene la metà sul fondo di uno stampo ,rivestito di carta da forno, e compattate bene.
Nel frattempo, dopo aver nettato la frutta, tagliatala a cubetti e poneteli in un piccolo tegame, con lo zucchero e l'uvetta, facendola cuocere per una decina di minuti, a fuoco vivace. Ponete a raffreddare la frutta in una ciotola, mescolatela alla marmellata di pere  e spolveratela di cannella.
Una volta fredda, versatela sullo strato di briciole, lasciando libera la circonferenza per mezzo centimetro, e coprite con il resto del composto di briciole, unendolo poco per volta e senza compattare. 
Infornate a 160° per almeno 45 minuti.
Servite preferibilmente tiepida, cosparsa di zucchero a velo e, per il massimo della goduria e delle calorie, con una pallina di gelato alla crema.
E che autunno sia!