Il mio individual summer pudding per il Club del 27

Il mio Individual  summer pudding per il Club del 27









Credits Mai Esteve


Questo mese, la scelta che ci propone Il Club del 27 è fra una miriade di ricette light (se voleste dare una sbirciata,qui ). Io sono stata subito attratta da un dessert che avevo fatto, in versione magnum, tanti anni fa: il Club del 27, in questo continuo girotondo che ogni mese ci vede discutere, confrontarci , fino a cucinare insieme, come in una grande cucina virtuale, stavolta ce lo propone in versione individuale. Sono monoporzioni elegantissime, perfette da servire in questo periodo e molto semplici da fare. Certo, se non si resiste ad aggiungere una cucchiaiata di panna per accompagnarli,sono un po' meno light... ma molto più golosi. Provateli e mi direte!

Ingredienti

350 g di frutti rossi misti, freschi o surgelati (lamponi, ribes, mirtilli e fragole)
2 cucchiai di zucchero di canna
olio di semi di girasole per ungere le formine
3/4 fette di pane per tramezzini, senza la crosta esterna
2 cucchiai di panna da montare
2 cucchiaini di zucchero a velo, setacciato


Ponete tutta la frutta, tranne le fragole, in una casseruola, insieme allo zucchero . Mescolate e fate cuocere a fuoco dolce fino a che i frutti non avranno iniziato a rilasciare i loro succhi. Aumentate la fiamma, portate la miscela ad ebollizione e fate sobbollire per un paio di minuti, fin quando la frutta non si sarà ammorbidita e non avrà rilasciato abbastanza liquido.  Aggiungete le fragole e la scorza di limone, togliete la pentola dal fuoco e filtrate, separando i frutti dai liquidi, che terrete da parte. Nel frattempo, oliate due stampi da 175 ml e copriteli con pellicola trasparente.Utilizzando un coppapasta, ricavate dal pane due cerchi dal diametro uguale alla base degli stampi, e , dopo averli imbevuti da un lato nel succo della frutta, posizionateli sul fondo degli stampi,con la parte imbevuta a contatto con i recipienti. Ricavate poi due cerchi più larghi, per la superficie dei dessert, e tagliate il resto del pane in strisce di 2,5 cm e alti quanto gli stampi. Immergete le strisce nel succo e foderate i lati degli stampini, accavallandole  e premendole leggermente. Colmate con la frutta gli stampi così preparati, mettendone da parte un poco, insieme al suo succo. Ripiegate eventuali strisce di pane che sporgano dallo stampo e sigillate con i dischi di pane più larghi, imbevuti anch'essi. Coprite con pellicola trasparente e premete con il palmo della mano, con decisione. Ponete al fresco per almeno 4 ore (meglio se per una notte intera). Al momento del servizio, montate la panna con lo zucchero a velo e servite in accompagnamento ai puddings, che avrete sformato e decorato con la frutta  e il succo messi da parte.

















Commenti

  1. sei una esagerazione di bontà!!!
    bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! Il dessert è buono da morire, otre che facilissimo.

      Elimina
  2. Mamma mia Katia, con questa ricetta è un piacere far la "dieta". La proporrò certamente ;-)

    RispondiElimina
  3. Mamma mia Katia, con questa ricetta è un piacere far la "dieta". La proporrò certamente ;-)

    RispondiElimina
  4. Dall'aspetto non si direbbe proprio che è un piatto da prova costume :) e sicuramente il sapore non sarà da meno :) COmplimenti Katia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie,@Rondinella! Golosissimo. Mi spiace solo non ne siano rimasti...

      Elimina
  5. Che gola mi fa! E te lo dice una che non ama i dolci...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione: l'abbinamento dei frutti di bosco, acidulo e no troppo dolce sta da incanto con la ricchezza della panna. Una goduria!

      Elimina
  6. Ma che golosità, una bontà da provare al più presto! Un abbraccio e buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, Milena. Abbraccio e augurio ricambiato.

      Elimina
  7. Un dolce stupendo! Goloso, invitante e anche light ^_^
    Da fare presto!
    Buon pomeriggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo provi, aggiornami, Daniela! Grazie per esserti fermata a commentare.

      Elimina
  8. Ha un aspetto decisamente goloso questo pudding!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Micaela,non solo l'aspetto, te lo assicuro...
      Ciao!

      Elimina
  9. Semplicemente meraviglioso, pochi ingredienti, ma effetto spettacolare, e chissà che buono

    RispondiElimina
  10. Dici che si resiste? Ho qualche dubbio! :-D

    RispondiElimina
  11. Risposte
    1. Grazie, Michela! Buona serata anche a te, magari golosa...

      Elimina
  12. bellissimo e molto goloso!! sempre bravissima!

    RispondiElimina
  13. Ciao Katia! Il tuo pudding ha un'aria golosissima!!!

    RispondiElimina
  14. se questo fa parte della dell'ellenco per la prova costume... beh allora ci siamo proprio!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Lasciami un commento qui. Ti risponderò in men che non si dica.