venerdì 26 gennaio 2018

La mia Crostata di Anna del Conte per il Club del 27

La mia crostata di Anna Del Conte

per il Club del 27






L'immagine può contenere: cibo

Il club del 27
Tessera Club del 27
Il Club del 27 , il gioco di Mtc che di mese in mese ci fa discutere, confrontare,cucinare tutte insieme, sorridendo dei successi o incoraggiando nel caso di insuccessi di qualcuna di noi, stavolta ci ha addirittura coinvolto nello studio di testi che riportavano ricette di "marmelade", cioè di classicissime marmellate inglesi.Ma il bello stava ,soprattutto,nel fatto che la Marmelade andava poi utilizzata in un piatto, a scelta fra tanti.
Se non mi avesse beccato l'influenza, penso che avrei provato un' altra ricetta, ma, ora che ho fatto e assaggiato la mia crostata di Anna Del Conte, con la Marmelade di arance rosse e vaniglia, sono contenta di non averlo fatto.
La marmellata è ottima ,da spalmare su pane o per accompagnare formaggi, ma unita alla mela, come questa ricetta prevede, esalta il  suo profumo in maniera sorprendente.
Mentre scrivo è ancora tiepida, e ho la casa inebriata dai suoi aromi. Non ho resistito e ne ho assaggiato un angolo...
Pazzesca! anche per quella geniale trovata della Del Conte di mettere le mandorle sul fondo:quel croccantino inaspettato fa innamorare. 

Crostata di Anna Del Conte

Ingredienti

250 g di farina 00 più un po' per stendere
100 g di zucchero a velo
Buccia grattugiata di mezzo limone
150 g di burro a temperatura ambiente
1 uovo grande più un tuorlo
Per il ripieno
100 g di mandorle scottate
1 mela (aspra, tipo Granny Smith)
8 cucchiai colmi di marmellata
 ( io di arance rosse e vaniglia)
Buccia grattugiata di mezzo limone
1 uovo piccolo per spennellare

Procedimento

Versare la farina in una ciotola,setacciare lo zucchero a velo e aggiungere la buccia di limone. Mescolare.Tagliare il burro a pezzi e aggiungerlo alla farina, poi con la punta delle dita strofinarlo nella farina e nello zucchero. Sbattere l'uovo e il tuorlo ed aggiungerlo all'impasto. Mescolare inizialmente con un cucchiaio,poi impastare velocemente, con le mani.
Formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e porre in frigo per almeno trenta minuti.
Se fatta il giorno prima, la pasta sarà  più friabile,una volta cotta, ma va portata a temperatura ambiente, prima di stenderla.
stendere 2/3 dell'impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e rivestire la teglia scelta ( la ricetta  ne consiglia una di 23 cm di diametro e alta 3/ 4 cm, ma io ne ho usata una più piccola, quadrata).
Cospargere sulla base le mandorle tritate grossolanamente, distribuendole in modo uniforme.
Sbucciare e grattugiare la mela, eliminando il torsolo, aggiungere la marmellata e la buccia di limone e versarlo all'interno del guscio di frolla. Completare facendo una griglia o altre decorazioni con il resto della pasta, pennellando con l'uovo sbattuto.
Dopo un riposo in frigo di una ventina di minuti, infornare a 180 gradi per una mezzora.
Prima di sformarla e servirla, attendere che intiepidisca.



Per la marmellata di arance rosse e vaniglia



10. MARMELLATA DI ARANCE ROSSE E VANIGLIA Le arance rosse sono un agrume meravigliosamente dolce e profumato, in particolare le arance rosse siciliane, che sono in stagione da gennaio a febbraio. Ingredienti per vasi 6 × 340g 800 g (6-7) arance rosse 400g (1-2) mele da cucina Bramley 4 limoni 2 lime 2 kg Zucchero di canna chiaro 2 baccelli di vaniglia Rimuovere e scartare le estremità dalle arance, quindi metterle in un tegame medio, coprire con acqua e portare a ebollizione. Ridurre il fuoco, mettere un coperchio sulla pentola e cuocere a fuoco lento per 1 ora, o finché sono tenere quando forate con un piccolo coltello affilato. Nel frattempo, sbucciare e pulire le mele e mettere gli scarti in un grande quadrato di garza a due strati (o mussola). Tagliare le mele a pezzetti e metterle in una padella con 5 cucchiai d'acqua. Cuocere a fuoco lento, parzialmente coperto, per 10 minuti o fino a quando non sono morbide, mescolare di tanto in tanto e aggiungendo una spruzzata più acqua se necessario. Scolare le arance dal tegame, conservando il liquido di cottura. Quando sono abbastanza fredde da maneggiare tagliarle a metà poi in quarti e a fettine di 3-5 mm. Trasferire la polpa delle arance affettate e qualsiasi succo di arancia rossa in un tegame antiaderente. Aggiungere invece i semi nella garza. Prendere i limoni ed i lime, tagliarli a metà e spremerli. Versare il succo di limone e lime in una caraffa graduata, aggiungendo anche la polpa dallo spremiagrumi. Tagliare grossolanamente le bucce rimaste dei limoni e dei lime e mettere tutti i semi e le bucce tagliate dei limoni e dei lime nella garza (volendo si possono tritare in un robot da cucina per non doverli tagliare a mano). Aggiungere abbastanza del liquido di cottura delle arance alla caraffa graduata per ottenere un totale di 1 litro, scartare eventuale resto. Aggiungere nel tegame il liquido, lo zucchero e la mela cotta. Tagliare i baccelli di vaniglia a metà nel senso della lunghezza e raschiarne i semi, quindi mettere i semi e i baccelli di vaniglia nel tegame. Chiudere la garza per formare un sacchetto, ruotare la parte superiore e legare con lo spago. Lasciare una estremità lunga per legarla al lato del tegame in modo che tocchi il fondo. Riscaldare la marmellata a fuoco basso, mescolando, per sciogliere lo zucchero. Rimuovere il sacchetto di garza, schiacciandolo contro il lato del tegame per far uscire i succhi. Ora portare la marmellata a ebollizione e far bollire per 20-25 minuti, o fino a quando non viene raggiunto il punto di gelificazione. Lasciare riposare la marmellata per 10-15 minuti prima di trasferirla in vasetti sterilizzati caldi. Puoi rimuovere i pezzi di baccello di vaniglia se preferisci, ma io tendo a lasciarli dentro. Sigillare e lasciar raffreddare.








3