sabato 25 marzo 2017

Insalata di limoni, carciofi e gamberi

Insalata di limoni, carciofi e gamberi  in coppa Martini



Facilissima. Fresca e anticipo di bella stagione. Non sarà una grande idea, ma devo dire che gli accostamenti sono riusciti e per niente forzati. I gamberi sono cotti, ma con un buon abbattitore sarebbe piacevole gustarli nature; i carciofi, gli ultimi della stagione, li ho lasciati crudi , dopo averli marinati nel succo di limone e i petali di pasta phillo aggiungono la giusta croccantezza.
Anche questo mese partecipo a Sei in cucina, La sfida degli ingredienti: il tema era il limone, gli ingredienti fra cui sceglierne due ; il cocco essiccato, l'ananas, i carciofi, la pasta phillo, i gamberi.
 Idee a mille, come sempre, ma tempo pochino.. Avevo pensato , ed anche fatto, una piccola cornucopia e un mini cestino di pasta phillo, per i gamberi, ma poi non ne ho fatto nulla... Mi sembrava un piatto troppo anni 80... Un'altra idea era di utilizzare l'ananas fresco, anche come contenitore per l'insalata, o fare un veloce condimento per dei taglierini al limone, con gamberi e carciofi... O ancora un riso selvaggio ... Ma alla fine ho fatto la coppa. E non me ne pento.

Ingredienti:

Un carciofo 
Un limone non trattato, più il succo di un altro
Gamberi g 70
Pasta phillo g 30
Olio evo
Prezzemolo
Sale
Pepe

In poca acqua bollente, leggermente acidulata, cuocere per pochi istanti i gamberi, già privi delle teste, fin quando cambieranno colore. Scolarli e privarli del carapace. Porli al fresco.
Intanto, pulire il carciofo ,affettarlo sottilmente e metterlo a marinare nel succo di limone.
Cuocere in forno a 180 gradi, finché sarà colorita, la pasta phillo che poi andrà spezzata grossolanamente a mo' di petalo.
Pelare al vivo il limone.
In una coppa da Martini, alternare spicchi di limone e fettine di carciofo.
 Porre al centro i gamberetti e condire tutto con un emulsione di olio,succo di limone, sale , pepe e prezzemolo tritato.
 Decorare con i Petali di pasta phillo.








Con questa ricetta partecipo a Sei in cucina La sfida degli ingredienti


Posta un commento