giovedì 19 gennaio 2017

Il mare d'inverno.

Il mare d'inverno



Cosa può essere più divertente di creare un piatto partendo da ingredienti fortuiti, che magari fanno parte di una lista da cui scegliere? E se ancora il gioco si facesse più intrigante, con un tema da rispettare ed un ingrediente da usare obbligatoriamente?
Questo è, più o meno, Seiincucina, La scelta degli ingredienti.
Stavolta, il tema è la cucina  light,  o detox che dir si voglia, ma non per questo priva di gusto ed appeal.
Mi sono trovata a mio agio, e non solo perché, finite le feste, desideriamo tutti sentirci più leggeri, piuttosto, questo è un tema a cui sono molto sensibile e, nella mia cucina quotidiana, da un po' di tempo cerco di alleggerire tutto ciò che cucino, sia nella scelta degli ingredienti, che nelle tecniche di cottura e nelle preparazioni.
Porre più attenzione a ciò che mangiamo,ed a come lo mangiamo, è senza dubbio a vantaggio della salute nostra e di chi ci sta vicino, anche in funzione preventiva di patologie di vario genere.
Ora, senza aver la pretesa di scrivere un trattato di medicina preventiva,né alcun desiderio di perdere di vista quello che per me è il senso primario del mio blog, e cioè, per restare in tema, la mia voglia di leggerezza e di gioco,vi racconto la mia proposta per Seiincucina .
L' ingrediente da usare obbligatoriamente è l' arancia. La lista fra cui scegliere altri due ingredienti prevede i finocchi, le triglie, il cardamomo, il latte di mandorle ed il caffé.
Sarebbe stato scontato , per una siciliana, ricorrere al binomio finocchio-arancia, così ho scelto diversamente.
Devo dire che sono stata indecisa fino poco fa, avendo pensato a più di un piatto salato. Un' altra possibilità era una insalata di arancia e carpaccio di carciofi, servita con della triglia sfilettata e saltata e condita con un'emulsione all' arancia e cardamomo .    

Ma alla fine , ecco "Il mare d' inverno"
Ho utilizzato le arance al vivo per accompagnare i filetti di triglia e nella salsa di accompagnamento al latte di mandorla  ,ed un pizzico di caffè in polvere per equilibrare, con il suo amaro, la dolcezza del piatto. 

Ingredienti : 


g 600 arance siciliane

g 500 triglie pulite e sfilettate
g 100 latte di mandorla ( senza zucchero , meglio se home made )
g 70 mandorle in lamelle
olio evo un cucchiaino
sale 
pepe
un pizzico di caffè in polvere.

Procedimento:


Pelare al vivo le arance, tranne una. Cuocere l' arancia tagliata grossolanamente in un pentolino a misura e con pochissima acqua ; poi, fredda, frullarla con il mixer ad immersione ed il latte di mandorla, insaporendo con sale e pepe.

Cuocere velocemente nella padella antiaderente i filetti di triglia, cominciando dal lato della pelle e coprendoli con una manciata di lamelle di mandorla. Regolare di sale e pepe ed impiattare con gli spicchi di arancia al vivo, l'emulsione al latte di mandorla e poco caffè in polvere. 
Ne è risultato, a parer mio, un piatto che, pur nella sua semplicità e velocità di preparazione, sorprende per la freschezza e soddisfa tutta la nostra voglia di benessere.



L'immagine può contenere: sMS

Con questa ricetta partecipo a Seiincucina. La lista degli ingredienti di Gennaio.




Posta un commento