mercoledì 30 novembre 2016

Torta di mele e mascarpone  


Il mio comfort food è la torta di mele. Senza ombra di dubbio; non è il gelato, non è un qualcosa di sofisticato, ma semplicemente lei : la torta di mele! Perché fa casa, rifugio, perché il suo profumo ha accompagnato dolci giornate della mia infanzia e di quella dei miei figli, perché è semplice, ed io sono semplice.
Mi piace questo aggettivo, e mi ci ritrovo. La torta di mele è diretta, non ha bisogno di fronzoli, glasse o coperture, nè di decorazioni di alta cucina,per arrivare al cuore.
Ecco quindi che non ho potuto pensare che a lei, quando ho letto che l' argomento di Sei in cucina, sarebbe stato il comfort food.
Ma l' ingrediente da usare era il mascarpone, innanzi tutto, ed almeno due degli ingredienti in lista (burro di arachidi, pollo, sciroppo d' acero ,verza e melograno).
Allora? Ho modificato la mia ricetta di torta di mele, sostituendo al burro (o, ultimamente, olio),il mascarpone, ed ho unito una crema goduriosa che di solito faccio nel periodo di Natale, ad accompagnamento del panettone o del pandoro.


Ingredienti:

Per la torta:

g 800 meline dell' Etna;
g 350 farina di Maiorca;
g 250 zucchero di canna;
g 100 mascarpone home made;
una stecca di vaniglia;
sciroppo d' acero;
il succo di un' arancia.

Per la salsa:

g 250 mascarpone home made
1 uovo;
2 cucchiai di zucchero;
1 cucchiaio di vino dolce o spumante ;
g 100  panna (montata e zuccherata);
g 70 di mandorle pralinate;
chicchi di melograno; 

Procedimento:

Montare le uova con lo zucchero, aggiungere i semini della stecca di vaniglia tagliata a metà e raschiata, metà delle meline affettate ed il resto degli ingredienti.
Versare il composto in una teglia imburrata ed infarinata , decorare con le meline restanti affettate e disposte a raggiera e cospargere con una cucchiaiata di zucchero di canna.
Infornare a 180 gradi per circa 35 minuti, o comunque fin quando uno spiedino conficcato al centro della torta non ne uscirà completamente asciutto.

Per la crema:
Durante la cottura della torta, fare un comune zabaione, montando a bagnomaria l'uovo con lo zucchero ed il vino. Montato, continuare a frullare con le fruste elettriche fuori dal fuoco, fino a completo raffreddamento.
A questo punto, incorporare il mascarpone e la panna , già montata e zuccherata e le mandorle pralinate e tritate.
  Porre in frigo.

Servire la torta tiepida, con un filo di sciroppo d'acero, un ciuffo di  crema al mascarpone e  qualche chicco di melograno, a decoro.

Con questa ricetta partecipo a Sei in cucina di Novembre .

      



Posta un commento